Attività

 

Prossime attività

 
 

Eventi culturali

 

Celebrazioni

 

Corsi di induismo

01/06/2019
Tra cura della Terra ed etica della cura con particolare attenzione al pensiero ecologico di Gandhi

Il rispetto dell'ambiente nel processo educativo dei giovani come possibilità di cambiamento. Spunti di riflessione sul rapporto uomo-ambiente, nel pensiero del precursore dell'ecologia moderna.

#_EVENTIMAGELISTA
15/04/2019 - 16/04/2019
Le arti indiane e il sacro: aspetti iconografici e simbolici

LE ARTI INDIANE E IL SACRO: ASPETTI ICONOGRAFICI E SIMBOLICI...

09/03/2019 - 10/03/2019
Educazione alla nonviolenza e al rispetto delle donne nelle Scritture induiste e nelle opere di Gandhi

L'attitudine alla non violenza negli insegnamenti del Mahatma Gandhi. La vita e l'opera di Gandhi. La scuola come luogo e strumento di educazione al rispetto di ogni essere e forma di vita.

16/02/2019 - 17/02/2019
I principi fondamentali del Sanatana Dharma con un approfondimento sul pensiero del Mahatma Gandhi

IN OCCASIONE DEL 150° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DEL MAHATMA GANDHI, FIGURA ISPIRATRICE PER MARTIN LUTHER KING E NELSON MANDELA. "Credo che le idee di Gandhi siano state, tra quelle di tutti gli uomini politici del nostro tempo, le più illuminate. Noi dovremmo sforzarci di agire secondo il suo insegnamento, rifiutando la violenza e lo scontro per promuovere la nostra causa, e non partecipando a ciò che la nostra coscienza ritiene ingiusto. Le future generazioni difficilmente potranno credere che qualcuno come lui sia stato sulla terra in carne e ossa" A. EINSTEIN


Tutti i corsi di induismo
 
 

Eventi di utilità sociale

 

Attività nelle scuole

 
 
 
 

Iniziative e attività per luoghi

Sto caricando la mappa ....
 
 

"...Potrebbe sorgere alla mente la domanda su quale contributo possa dare l'induismo, una religione tanto lontana dalla nostra cultura, in ambito sociale o in una corsia di ospedale. Non certo quella di stilare un prontuario di pronto soccorso per l'induista, che sarebbe quanto mai complesso, ma quello di contribuire a creare una società pluralista, costituita di individui che abbiano pari dignità e si rispettino gli uni con gli altri. La mia esperienza personale, come rappresentante dell'Unione Induista Italiana nel dialogo interreligioso, inizia nel 1997. Moltissimi sono stati gli incontri, i laboratori, le amicizie nate. La crescente apertura di conoscere e incontrarsi emerge da molti ambiti, da quello monastico, a quello scolastico-educativo e, non meno importante, da quello sanitario.

Infatti, l'ospedale diviene luogo d'incontro, "crocevia dell'umanità", come è stato definito, luogo in cui il pluralismo diventa di fatto una realtà che fa sentire la difficoltà e la complessità nel gestire rapporti non tanto di tipo religioso, ma soprattutto culturale e sociologico. Invero il problema non è semplicemente assicurare un'assistenza religiosa "plurale"; l'accoglienza del malato presuppone un concetto di persona più ampio che si estrinseca dall'attenzione al cibo, alla cura ecc. l'incontro tra culture dovrebbe generare rispetto degli usi e costumi, ma non dimentichiamo che questo atteggiamento dovrebbe essere esteso alla persona, non ridursi ad un rispetto etnico/religioso..."

[tratto da Intervista a Svamini Hamsananda Giri - Orizzonte medico - anno LXVI - N. 2 - marzo-aprile 2011 - dossier]